Abbecedario tautogrammatico in endecasillabi

Scrive Giampaolo Dossena nel suo dizionario dei giochi con le parole:«L’abbecedario è un componimento poetico in cui i versi si susseguono in ordine alfabetico. L’ “abbecedario tautogrammatico” applica all’abbecedario il principio del tautogramma:
– nell’abbecedario il primo verso comincia per A, cioè la prima parola del primo verso ha
per  iniziale A
– nell’abbecedario tautogrammatico tutte le parole del primo verso hanno per iniziale A»

Eccone uno:

Algide aurore avanzano albeggianti,
bianche bolle balbettano bisbigli,
come candidi cori concertano
ditirambi dove dormono draghi.
Ed ecco emergono estati eteree,
forme filigranate fiammeggianti
giocano giovani gemmati gigli
(Hanno habanere? Homines habent);
indici innocenti intingono, irti,
labili luci lente liquescenti;
muovono macigni malvagi maghi:
nelle nitide nuvole nascenti
ordiscono ombrose orme opalescenti.
Poi penzolano pallidi pirati,
questuano, quieti, queruli quesiti;
ritmiche risonanze rimbombano
sulle solinghe spiagge sconfinate,
tacitano, torbide tetraggini,
un umiliato universo unisono,
velano volti vacui vacillanti,
zittiscono zodiaci zingareschi.

condividi!
  • Print
  • Facebook
  • Twitter
  • RSS
Questa voce è stata pubblicata in giochi e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.